Valutare l’impatto sociale di una biblioteca pubblica ascoltando i cittadini: il caso di Senigallia

L’intervento si concentra sull’importanza di misurare e valutare l’impatto delle biblioteche pubbliche prendendo spunto da una ricerca sul campo condotta presso la Biblioteca comunale di Senigallia nelle Marche. Le indagini sul ruolo e il valore economico, educativo e culturale delle biblioteche, che combinano dati statistici con i punti di vista delle persone coinvolte, ci consentono di far emergere sia la percezione del servizio diffusa nella comunità di riferimento, sia gli elementi strategici per una progettazione responsabile che sappia costruire e consolidare il riconoscimento sociale, di cui tutti i bibliotecari hanno estremamente bisogno. 

T. Paiano
Bibliotecario formatore 

 

 

 

Tommaso Paiano vive a Senigallia (AN). Laureato in Storia Contemporanea all’Università di Bologna (2000) e in Biblioteconomia all’Università di Urbino (2006). Dal 2002 al 2011 ha collaborato come responsabile della formazione e della documentazione tecnica in un’azienda informatica. Come bibliotecario dal 2006 ha contribuito all’organizzazione e alla gestione delle attività dell’Archivio-Biblioteca di studi sociali e del libero pensiero “Enrico Travaglini” di Fano. E’ socio dell’Associazione Italiana Biblioteche dal 2004. Attualmente è bibliotecario, socio di cooperativa, presso le biblioteche pubbliche di Fano e di Macerata; progetta e realizza ricerche sociali, corsi di alfabetizzazione digitale e informativa in collaborazione con associazioni, scuole pubbliche ed enti locali.